Tassa rifiuti del Comune di Prato


Contatti
Indirizzo: Via Paronese, 104/110 - 59100 Prato (PO)
Telefono: 0574 7081
Fax: 0574 708273
Email: tariffa.info3@aliaspa.it
 PEC:tariffa3@pec.aliaspa.it
Orario sportello:
Informiamo gli utenti che lo sportello di via Paronese 104/110 a Prato, effettuerà i seguenti orari:

LUN 9,00-12,30
MAR 9,00-12,30 e 14,00-16,30
MER 9,00-12,30 e 14,00-16,30
GIO 9,00-16,30
VEN 9,00-14,00

 
News

Gentile Utente,
è in consegna l’avviso di pagamento relativo al saldo per l’anno 2017 della tassa comunale sui rifiuti denominata TARI.
 
 
Scadenza del pagamento
La scadenza riportata nell’avviso è il 31/10/2017, così come deliberato dall’Amministrazione Comunale (Delibera Consiglio Comunale nr. 67 del 03/09/2014 e modificato con delibera  di C.C. nr. 43  del 06/07/2015 e delibera del C.C. nr.12 del 31/01/2017).
 
 
Modalità di pagamento
Il COMUNE DI PRATO per gli avvisi TARI non invierà più il modello F24 precompilato, ma per effettuare il pagamento dell'avviso possono essere  utilizzati i seguenti canali di pagamento: Per gli avvisi TARES il pagamento dell'avviso è esclusivamente con F24, che troverà allegato all’avviso ricevuto con scadenza 31/10/2017.
Per gli avvisi TIA il pagamento dell'avviso è esclusivamente con  bollettino di c/c postale allegato all'avviso ricevuto con scadenza 31/10/2017.
 
I nostri sportelli

Qualora fossero intercorse variazioni rispetto ai dati riportati nel seguente avviso, vi invitiamo ad effettuare le comunicazioni contattando gli uffici di Alia S.p.A.:

  • Inviando una richiesta per Email: tariffa.info3@aliaspa.it o PEC: alia@pec.aliaspa.it

  • Contattando il nostro Call center 0574/7081 dal lunedì al venerdì dalle 8,30-18,00

  • Inviando una richiesta di informazioni al numero di Fax 0574/708273

  • Prenotando un appuntamento attraverso il nostro call center 0574/7081.

  • Numero verde 800007081 da numero fisso

Orari sportelli al pubblico

  • Sportello : Via Paronese, 104/110 - 59100 Prato (PO) nei seguenti orari

LUN 9,00-12,30
MAR 9,00-12,30 e 14,00-16,30
MER 9,00-12,30 e 14,00-16,30
GIO 9,00-16,30
VEN 9,00-14,00

 

Sul nostro sito sono disponibili le modulistiche e le informazioni utili.

Servizi on-line
ATTENZIONE: E' POSSIBILE EFFETTUARE IL  PAGAMENTO ON-LINE  ESCLUSIVAMENTE PER SALDARE ARRETRATI RELATIVI ALLE ANNUALITA' 2010 / 2012
GLI AVVISI DI PAGAMENTO RELATIVI ALL'ANNO 2013 DEVONO ESSERE PAGATI ESCLUSIVAMENTE CON MODELLO F24.
PER LE ANNUALITA' 2014/ 2015/ 2016/ 2017 GLI AVVISI DI PAGAMENTO POSSONO ESSERE PAGATI CON BOLLETTINO POSTALE OPPURE TRAMITE TUTTI GLI ALTRI CANALI DI PAGAMENTO DEL COMUNE DI PRATO RIPORTATI NELLE NEWS.


 
Dove e come pagare
Gentile utente,
Il COMUNE DI PRATO per gli avvisi TARI non invierà più il modello F24 precompilato, ma per effettuare il pagamento dell'avviso possono essere  utilizzati i seguenti canali di pagamento: Per gli avvisi TARES il pagamento dell'avviso è esclusivamente con F24, che troverà allegato all’avviso ricevuto con scadenza 31/10/2017.
Per gli avvisi TIA il pagamento dell'avviso è esclusivamente con  bollettino di c/c postale allegato all'avviso ricevuto con scadenza 31/10/2017.
 
Produttori di scarti tessili
  • COME CAMBIA LA NORMATIVA e DA QUANDO SI APPLICA
Questa disposizione è frutto delle modifiche regolamentari del Comune di Prato, relative al servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati e determineranno un sostanziale cambiamento dei servizi attualmente erogati da Alia S.p.A.
 
A PARTIRE DAL 1/1/2017, GLI SCARTI TESSILI SARANNO CONSIDERATI RIFIUTI SPECIALI (CER 04.02.22) E PERTANTO NON POTRANNO PIU’ ESSERE SMALTITI NEL CIRCUITO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI
 
Qualora fossero rinvenuti scarti di lavorazione all’interno dei bidoncini destinati alla raccolta dei rifiuti urbani, Alia S.p.A., NON effettuerà il ritiro e provvederà alla segnalazione alle autorità preposte per la commisurazione delle sanzioni previste.
 
  • COSA DEVE FARE UN PRODUTTORE DI SCARTI TESSILI
 
L’azienda produttrice di scarti tessili deve dotarsi di un contratto di smaltimento specifico, con una ditta privata, specializzata ed autorizzata allo smaltimento di questo tipo di rifiuto.
 
L’azienda deve dotarsi di un apposito “REGISTRO DI CARICO E SCARICO DEI RIFIUTI”, vidimato dalla Camera di Commercio, dove annotare la produzione e lo smaltimento dei rifiuti tessili.
 
L’azienda è tenuta alla conservazione dei FORMULARI di ritiro e corretto smaltimento dei rifiuti speciali prodotti
 
  • COME CAMBIA LA TASSA DEI RIFIUTI
 
Questa modifica, in linea con le disposizioni dettate delle nuove norme, andrà a comportare una diversa tassazione del vostro sito produttivo; difatti, le superfici dove si producono gli scarti tessili, quindi i rifiuti speciali, non saranno più soggette a tassazione. Dal regolamento Comunale TARI – Art. 7 (commi 1,2,3, e 4):
 
ART. 7 - Esclusione per produzione di rifiuti speciali.
 
1. Per quanto riguarda le sole utenze non domestiche nella determinazione della tariffa, sia della parte fissa che di quella variabile, non si tiene conto di quella parte di superficie in cui è prodotto in via continuativa e prevalente un rifiuto speciale non assimilato o pericoloso, così come determinato dal Regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati.
 
2. In caso di contestuale produzione di rifiuti urbani assimilati e speciali non assimilati, la superficie non assoggettata alla tariffa relativa ai locali e alle aree destinati all’esercizio delle attività di cui all’Allegato A, in ragione della oggettiva difficoltà per la determinazione della stessa,è calcolata in via forfetaria sulla base delle percentuali stabilite dallo stesso allegato.
 
3. Per fruire dell’esclusione prevista dai commi precedenti, gli interessati devono indicare nella denuncia originaria o di variazione il ramo di attività e la sua classificazione (industriale,artigianale, commerciale, di servizio, ecc), nonché le superfici di formazione dei rifiuti o sostanze, indicandone la destinazione d’uso e le tipologie dei rifiuti prodotti (urbani, assimilati agli urbani, speciali, pericolosi, sostanze escluse dalla normativa sui rifiuti) distinti per codice CER. Con la presentazione della dichiarazione si considerano assolti gli obblighi per la fruizione del beneficio anche per gli anni successivi salvo quanto disposto dal comma che segue;
 
4. Per il solo anno 2017 la denuncia di variazione di superficie derivante dall’applicazione della deassimilazione prevista dal regolamento per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati, per la raccolta differenziata dei rifiuti e di altri servizi di igiene ambientale, potrà essere presentata entro il 31 maggio.

5. Non sono soggetti a tassa i magazzini a servizio esclusivo dell’area di produzione dei rifiuti speciali ubicati in contiguità con l’area di produzione stessa e a questa esclusivamente funzionali destinati al solo stoccaggio temporaneo di materie prime. A tale scopo, si considerano pertanto tassabili, tra l’altro i magazzini funzionali anche alla vendita dei beni depositati e quelli ubicati in luogo non fisicamente in contatto con l’area di produzione suddetta.
  • OBBLIGHI DEL PRODUTTORE di  SCARTI TESSILI
 
E’ un onere dell’azienda produttrice di scarto tessile chiedere la modifica delle metrature a tassa
 
Ottemperare all’Art. 7 comma 6 del regolamento TARI del Comune di Prato che prevede:
Art7 - (comma6) -  Entro il 31 maggio di ciascun anno, il produttore di rifiuti speciali deve presentare al gestore della TARI la documentazione comprovante l’avvenuta gestione dei rifiuti speciali prodotti nell’anno precedente, in conformità alla normativa vigente (contratti,formulari,fatture,MUD e altra  documentazione di legge).

 
Tassa rifiuti del Comune di Prato